Reali Sensi: scoprire con i cinque sensi la storia e la bellezza delle Residenze Sabaude

In occasione dei  20 anni dall’inserimento delle Residenze Sabaude nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, Turismo Torino ha preparato da marzo a dicembre una serie di visite sensoriali attraverso la riscoperta dei cinque sensi, vista, olfatto, udito, tatto e gusto.

👑Reali Sensi nelle dimore Sabaude

Ogni residenza Reale e dimora storica ha pensato un ricco calendario di visite e percorsi dedicati che ogni bimestre, oltre alla scoperta storica e architettonica del bene, offriranno una chiave di lettura originale e curiosa. Durante Marzo e Aprile si parte con la Vista

5 sensi in 1 giornata, la mia anteprima di Reali Sensi

Qualche settimana fa ho avuto il piacere di trascorrere una Domenica diversa con colleghe e le amiche di Turismo Torino per l’anteprima per senso delle visite di Reali Sensi.

Ecco la mia esperienza in ogni senso e nelle diverse Residenze Reali:

  • Olfatto alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

Domenica mattina arrivo a Stupinigi rapita dalla bellezza e dalle suggestioni della Palazzina di caccia che ci accoglie fuori coperta da una sottile foschia e dentro inebriata dai profumi della vita corte e dei quadri che si raccontano anche grazie all’oftatto!

Profumi non sempre buoni … alla scoperta di vizi e curiosità legate allo strano concetto di pulizia e utilizzo dei profumi e cosmetici ai tempi sei Savoia dove l’acqua veniva demonizzata non lavandosi ma ci si “cosmetizzava”. Ecco anche la storia e la nascita dell’ acqua di colonia.

Una visita in collaborazione del Muses di Savigliano, abbiamo “annusato” i dipinti osservando meglio i dettagli floreali e di ogni quadro scoprendo le caratteristiche dei fiori come:

– Il garofano rosa = purezza fanciullezza
– La peonia rosa senza spine = Promessa sposa
– La viola fiore legato al lutto

 

  • Vista nella Villa della Regina di Torino

Vedere è diverso che osservare … Vero o falso:l‘inganno d’occhio e il tour Reali Sensi continua con la Vista!
A Villa della Regina – Polo Museale del Piemonte con Turismo Torino e Provincia Residenze Reali di Torino e del Piemonte
La villa della Regina nasce vigna del Cardinal Maurizio che la creò con un’attenzione ai 5 sensi e un’illusione dove potersi distaccare dalla realtà nel ‘600 per diventare nel ‘700 come villa di piacere delle madame reali. Dopo tempi di degrado dal 1994 è iniziato il recupero fino ai giorni nostri.Affresco finta ringhiera - Reali Sensi Villa della Regina

Tavoli in scaiola finto intarsio - Reali Sensi Villa della Regina Tavoli in scaiola finto intarsio - Reali Sensi Villa della Regina

Cambia il punto di vista ma i giardini all’italiana della Villa della Regina si lasciano sempre ammirare svelando anche un significato più nascosto voluta dal Cardinal Maurizio di Savoia, i giardini di villa della regina sono stati infatti concepiti come un sentiero di vita, vita fatta di scelte non sempre una via diritta.

Giardini all'italiana Villa della Regina - Reali Sensi

  • Gusto al Museo d’ Antichità dei Musei Reali di Torino

Anteprima della visita legata al Gusto ai Musei Reali al museo archeologico, curiosa tra il gusto ai tempi dei romani. Partendo dagli oggetti trovati nelle tombe o nelle domus nelle discariche romane ritrovate negli scavi! Una visita tra vasi,utensili e anfore che raccontano il rapporto con il cibo.

La visita si conclude con un laboratorio, un corso di cucina romana e la realizzazione di un piatto della tradizione romana come il Moretum, con diverse spezie tra cui finocchio, ruta, menta e coriandolo.

  • Udito negli appartamenti Reali del Parco della Mandria a Venaria

Gli Appartamenti Reali de La Mandria è il luogo in cui re Vittorio Emanuele II e la Bela Rosin vissero come due borghesi il loro amore proibito. Appartamenti di eleganza ottocentesca, costruiti sopra le scuderie, con soffitti bassi a cassettoni, con raffinati saloni vivaci grazie tappezzerie originali restaurate da poco.


Ci sono quadri e allegorie che fanno riferimento all’amore impossibile tra un nobile e una plebea e la nostra bella visita legata all’udito e all’ascolto delle opere collegate alle varie sale ne ha esaltato l’esperienza.

  • Tatto al Castello di Rivoli e Museo d’arte Contemporanea

Infine al Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea dove per Reali Sensi si sviluppa la fruizione della cultura utilizzando il senso del Tatto al lavoro, già in atto, del dipartimento educazione del Museo

 Reali Sensi - Tatto - Castello di Rivoli

 Reali Sensi - Tatto - Castello di Rivoli

 

 Reali Sensi - Tatto - Castello di Rivoli Reali Sensi - Tatto - Castello di Rivoli

Conclusioni

In conclusione posso solo dirvi di prenotare le visite di Reali Sensi, la nuova esperienza sensoriale che le Residenze Reali di Torino e del Piemonte potranno offrire ai tutti i visitatori a marzo a dicembre

✔ Un consiglio, acquistate la Royal Card per rivivere con tutta la famiglia l’atmosfera regale delle grandi corti sabaude
Un motivo in più per visitarle e tornarci spesso. 😉
✔  Altre Informazioni sul sito di Turismo Torino e di ogni residenza!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...