Con Apulia2Meet alla scoperta di Bari e di una Puglia pronta ad accogliere i professionisti del turismo congressuale in location di eccellenza e non convenzionali.

A Dicembre scorso, in occasione del workshop “La meeting industry Pugliese viaggia on line”, ho avuto il piacere di conoscere la città di Bari e BAT (ovvero la Provincia Barletta, Andria e Trani) con gli occhi di chi oltre a visitare una destinazione, ricca di storia e tradizioni locali, ha la necessità di organizzare eventi e manifestazioni in luoghi non convenzionali per il settore MICE (acronimo di Meeting, Incentive, Congress, Event) con il supporto di professionisti che amano il proprio territorio e si propongono per dare un vero prodotto costruito e un’esperienza a 360°.

Apulia2Meet, dove il MICE diventa 2.0

apulia2meet logo

Apulia2Meet è un progetto innovativo che nasce dall’ esperienza dei professionisti di Meeting Planner.
Un marketplace on line di riferimento sull’offerta di turismo congressuale in Puglia. Sì, perché oggi il turismo viaggia sulla rete e la meeting industry non può esserne esente.
Con la guida a disposizione degli operatori, la ricerca della location diventa un’esperienza emozionale ricca di consigli e curiosità del territorio.

Come far capire che il settore MICE può trovare nel web un canale di promozione interessante?

#Apulia2Meet ha deciso di vedere oltre e per aumentare le conversazioni online, qualificate e autorevoli, sulla Puglia come meta per organizzare eventi ha coinvolto opinion leader attivi sul web, con blog e social media.

Ed eccomi a rccontarvi la mia esperienza di una Bari, consapevole che i luoghi del turismo congressuale sono una leva su cui  fare sinergie turistiche di più ampio raggio.

Non Conventional Bari

Avete mai pedalato con “Bari in Bici” tra i vicoli della Bari vecchia?

Basilica di San NicolaVi assicuro che non è certo agevole come le piste ciclabili nord europee ma ti regala emozioni e scorci indimenticabili.
Pedalando per la città abbiamo visitato e scoperto luoghi di culto come la Basilica di San Nicola, dove convivono il culto Cristiano che Ortodosso, scoperto l’attaccamento dei Baresi per San Nicola con la leggenda della colonna miracolosa nella cripta e la storia del Santo, diventato Santa Klaus dai Normanni e trasformato nell’odierno Babbo Natale (ma questa ve la racconto un’altra volta!)

La colonna miracolosa nella cripta-Bari

I Teatri  Baresi

Numerosi teatri hanno hanno fatto la storia culturale della città città di Bari.
Il  Teatro Petruzzelli venne costruito alla fine  ‘800 e la prima rappresentazione avvenne il 14 febbraio 1903. Il Petruzzelli è il quarto teatro italiano per dimensioni e il più grande teatro privato d’Europa. La notte tra il 26 e il 27 ottobre 1991 il teatro subì un violentissimo incendio doloso e fu devastato causando il crollo della cupola. Fu poi ricostruito ed inaugurato nel 2009.
Teatro Margherita BariIl Teatro Margherita, progettato in completo stile Liberty e fu edificato tra il 1912 ed il 1914 nell’ansa del vecchio porto su pilastri fondati nel mare, per eludere il patto siglato tra il Comune di Bari e la famiglia Petruzzelli secondo il quale l’amministrazione s’impegnava a non realizzare altri teatri sul suolo comunale, ad eccezione delle costruzioni sul mare [Fonte Wikipedia]. Attualmente il teatro in fase di restauro e di riconversione in museo, il BAC – Bari Arte Contemporanea.

L’ evento si fa in galleria

Galleria DoppelgaengerNel centro di Bari vecchia, all’interno di un edificio del 1200, si trova la galleria Doppelgaenger, una galleria privata  nata dall’amore per l’arte e per la propria città due giovani baresi.  Al primo piano si trova la  galleria che diventa location per eventi culturali e di beneficenza. Gli artisti oltre che esporre le proprie opere, hanno la possibilità di vivere al secondo in una residenza dedicata a loro, lasciandoli liberi di trovare il proprio estro e vena creativa.
Il gran finale è stata la terrazza panoramica sulla città che viene utilizzata in estate per eventi all’aperto.

A Polignano a Mare, oltre che il paesaggio mozzafiato delle scogliere a picco sul mare e la statua del grande Domenico Modugno si trova il museo di arte contemporanea di Pino Pascali. La Fondazione Museo Pino Pascali promuove la cultura e l’ arte contemporanea con mostre permanenti e con la conservazione e la storia delle numerose opere artista pugliese, morto prematuramente a soli 33 anni. All’interno del museo è possibile promuovere eventi culturali ed artistici e anche convegni e meeting in una bella sala attrezzata con vista mare.

Polignano a Mare

Incontriamoci al Castello Svevo

In Puglia le location storiche non mancano, e neanche i castelli svevo normanni.
Per esempio quello di Bari, ospita al suo interno rassegne estive e musicali.

Un altro luogo pieno di fascino è il castello di Trani, costruito come fortezza difensiva verso il 1200 e  diventato carcere nell’800, con cellette e gabbie in ferro ricavate dividendo le grandi sale del castello. Rimase attivo fino al 1974. Il castello è tornato alla città di Trani (dopo più di vent’anni), restaurato e stato aperto al pubblico dal 1998.
E’  location per eventi culturali, teatrali e utilizzato per allestimenti a mostre temporanee e eventi fieristici.

Castello Svevo di Trani

Per chi preferisce l’hotel…

Se i tuoi eventi preferisci organizzarli in hotel, stai certo che una soluzione la si trova. 🙂
A Bari abbiamo pernottato e visitato l’ Hotel Sheraton Nicolaus che ospita eventi di grande portata nelle sue 14 sale (di cui 12 modulabili), per una capacità ricettiva massima di 1200 posti. O l’ UNA Hotel Regina, detto anche “Borgo Hotel” perché realizzato nel tipico stile architettonico dei borghi in pietra chianca  pugliese e con 11 sale meeting e SPA. Lo storico Palace Hotel in centro di Bari, oltre ad avere una grande è capiente sala congressi con luce naturale e arredi d’epoca, offre un’esperienza unica  durante il servizio colazioni (di cui ha vinto anche dei premi) e il ristorante all’ultimo piano con vista della città. L’attenzione al cliente si nota anche per le camere a tema come la camera della musica e quella per i bambini (comunicante a quella dei genitori).

Una nota di merito va inoltre al Marè Resort di Trani. All’interno del Palazzo Antonacci Telesio di fine ‘700 ancora oggi si custodisce una collezione di 33 carrozze d’epoca di proprietà privata e in parte visibili all’ingresso. All’interno si può notare l’armonia dell’architettura classica settecentesca e il design minimal e moderno, trasformando una zone inutilizzate in un magnifico resort che offre circa 13 camere di cui 4 affacciate sul mare. La splendida terrazza, che si affaccia al mare, permette di ospitare fino a 200 persone al coperto e quasi 1000 per eventi estivi. Nel restauro sono stati mantenuti particolari che sottolineano il rispetto delle tradizioni e tecniche passate. Come il soffitto realizzato in terracotta secondo un’antica lavorazione pugliese per facilitare l’areazione delle stanze.

Vista porto di Trani

Apulia street food

20131213_173826

Come ogni tour che si rispetti abbiamo mangiato, e anche bene! La cosa che non dimenticherò è “l’Apulia Street Food”.

Appena arrivata mi son fatta pedalata per raggiungere le mie compagne d’avventura (arrivate prima di me) e già in pausa al Pastificio Fiore per una focaccia calda.

E l’apoteosi è stato addentrarsi fra i vicoli della Bari vecchia per acquistare le orecchiette fresche dalle Signore che continuano ancora oggi a farle a mano per venderle di fronte casa.
Ringrazio anche Roberta, che ci ha fatto conoscere la Sig.ra Maria che con passione continua a fare popizze e sgaiozze per la gioia di baresi e turisti.

La Puglia mi sorprende ogni volta di più, e saranno le mie origine “muntagnine”, ma quando vedo il mare (anche d’inverno) m’incanto e me ne innamoro!

Alla prossima,
Silvia 😉

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...