Nantes è l’ultima città prima dell’estuario della Loira, con il cuore e la storia in Bretagna e i piedi del distretto della Loira Atlantica. Una meraviglia verde della Francia occidentale.
Vi racconterò la mia esperienza e sono certa che anche voi vi innamorerete di questa città.

É la sesta città più grande della Francia, ed ha un’area metropolitana che comprende circa 600.000 abitanti.

La linea verde di Nantes

Scopri Nantes seguendo la linea verde !

Nel 2004, Time Magazine è stata nominata la città più vivibile d’Europa e nel 2013 ha ricevuto il titolo di Capitale verde europea grazie ad una politica dei trasporti sostenibile con particolare attenzione sui mezzi pubblici e biciclette con il conseguente miglioramento dell’inquinamento atmosferico ed emissioni di CO2 ridotte.
Osserva la città in modo diverso da nuovi punti di vista, lasciati andare e visita i monumenti e le numerose opere artistiche seguendo la linea verde sulla pavimentazione cittadina.

Mappa di Nantes
Segui la linea verde!

Cosa mi è piaciuto di Nantes

  • Salire su le Nid e ammirare la città dall’alto.

    “Le Nid” è un originale bar allestito da un artista contemporaneo con terrazza panoramica situato all’ultimo piano della torre  panoramica sulla città e sull’estuario.

  • La cattedrale dei Santi Pietro e Paolo 

La grande cattedrale cattolica in stile gotico in pietra bianca calcarea è dal 1862 è classificata monumento storico. Venne edificata nel 1434 sulla fondamenta di una precedente chiesa romanica e completata 457 anni dopo. All’interno si trovano le tombe dei duchi di Bretagna, Francesco II e Margherita de Foix.

  • Castello dei duchi di Bretagna

La storia racconta un grande passato e l’anima bretone della città, in Bretagna  fino alla distribuzione dei nuovi confini amministrativi francesi durante la seconda guerra mondiale. Il Castello dei duchi di Bretagna è l’ultimo e il più grande dei castelli della Loira, testimonia la storia di Nantes e della Bretagna sin dal XIII secolo.  Il cortile interno rivela un elegante palazzo del XV secolo in pietra di tufo, secondo lo stile del Rinascimento, affiancato da altri eleganti edifici in pietra bianca del XVI e del XVIII secolo. Le mura e il passaggio superiore sono percorribili e all’interno vi consiglio di visitare il Museo della Storia di Nantes.

  • Le Macchine dell’isola di Nantes

Giulio Verne, che il futuro l’ha saputo immaginare e raccontare nei suoi libri, sarebbe stato orgoglioso della sua città e della galleria delle Macchine dell’isola. Laboratorio dei sogni ed esposizione di favolose macchine per sognare, attivate dagli artisti/macchinisti che le mettono in movimento e raccontano la loro storia. Fate attenzione al grande elefante di 40 tonnellate e 12 metri di altezza che imbarca, nel suo ventre e sulla schiena, una trentina di passeggeri alla scoperta del fiume e della città.

  • Gli ex cantieri navali e tratta degli schiavi

Sin dal Medioevo Nantes si sviluppò come un importante città mercantile, grazie al traffico fluviale lungo la Loira. Nel XVIII secolo, la città ebbe il triste primato di capitale del commercio degli schiavi: apparteneva infatti al cosiddetto “commercio triangolare”, in riferimento ai viaggi delle navi che dalla Francia si dirigevano in Africa e poi verso le Americhe. I tristi avvenimenti sono oggi sono ricordati dal Il memoriale dell’abolizione della schiavitù, unico in Francia. Un percorso meditativo, ideato dall’ artista Krzystof Wodiczko e dall’architetto Julian Bonder con citazioni in tutte le lingue e 2.000 placche commemorative ricordano le spedizioni negriere.

 

  • Le jardin des plantes

Rilassatevi nei 7 ettari di verde in pieno centro città. Un luogo unico e divertente anche attraverso le creazioni artistiche con i cespugli e un giardino botanico con più di 10 000 specie viventi, 800 mq di serre e più di 50 000 fiori piantati ogni stagione.

  • Isola di Nantes / HAB Galerie

Arte moderna e sostenibilità. I più grandi architetti internazionali disegnano i contorni di quest’isola in piena metamorfosi.
Percorrendo questo quartiere vi troverete affiancati da antichi locali industriali riabilitati e da nuove costruzioni fino alla punta Ovest dell’ Isola di Nantes, dove uno spazio di 1.400 m2 è per tutto l’anno dedicato all’arte contemporanea: HAB Galerie.

  • Il percorso Estuaire Nantes <> Saint-Nazaire

Dal centro di Nantes fino a Saint-Nazaire, lungo i 60 km dell’estuario della Loira troverete un museo a cielo aperto che ci porta alla scoperta di un territorio affascinante, delle sue ricchezze ambientali e patrimoniali. Molteplici sono le opere della collezione permanente di questo percorso, dalla Villa Cheminée di Tatzu Nishi (la piccola casetta a 15 metri di altezza adibita a guesthouse) al Serpent d’Océan di Huang Yong Ping (nella foto). Per maggiori info ecco l’itinerario completo, noi l’abbiamo fatto in moto!

Estuaire Nantes Saint-Nazaire 1

Visitare la città con il Pass Nantes 24h, 48h, 72h conviene!

Con il pass cittadino si usufruisce di entrate gratuite in 30 luoghi e biglietto gratuito del bus e del tramway.
Per qualsiasi informazioni potete visitare il sito di Nantes Tourisme con versione in italiano e prenotare visite con guide in lingua molto brave e competenti.

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...