Pasquetta in moto alla scoperta dei borghi del Piemonte

Se anche tu sei come me, sei amante delle gite fuori porta alla scoperta della storia e tradizioni dietro casa, segui il mio itinerario tra i borghi delle Langhe e Residenze Reali dei Savoia tra le colline del Piemonte.

Le festività pasquali e i ponti primaverili sono ideali per tirar fuori la moto e iniziare a riscoprire senza fretta il proprio territorio. Voglio augurare a tutti i miei amici e lettori biker un itinerario ad anello facile da fare in giornata, partendo anche da Torino e limitrofi.

L’idea di Pasquetta: In moto alla scoperta dei borghi del Piemonte per un turismo più sostenibile

Il 2017 è stato dichiarato l’anno dei borghi italiani dal Mibact del turismo sostenibile dall’ Organizzazione mondiale del turismo (OMT è la sigla ufficiale in Italiano, mentre UNWTO è la sigla inglese di United Nations World Tourism Organization). 

L’occasione per scoprire l’Italia più autentica e una grande opportunità per riscoprire la bellezza delle piccole realtà del territorio, vivendo le loro tradizioni popolari e il loro patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico.

Quale miglior modo per scoprire le piccole realtà autentiche vicine a casa che hanno reso e continuano a rendere questo Paese un luogo ricco di storia e di cultura?

Si parte!
In Partenza. Viaggiare in moto - Nuovi Turismi

  • 1° tappa, verso Neive
Palazzina di Caccia di Stupinigi TorinoPer comodità l’itinerario parte da Cumiana in provincia di Torino (dove vivo), percorrendo solo statali e godendoci il paesaggio che cambia, sempre meno urbanizzato e industriale percorrendo lunghe strade tracciate in mezzo ai campi.
Ancora in provincia di Torino, passiamo vicino la maestosa Palazzina di Caccia di StupinigiResidenza Reale nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1997, attraversando il Parco Naturale di Stupinigi, preso d’assalto appena il tempo lo permette per grigliate fuori città. Se avete tempo fermatevi a visitarla, merita sempre la pena!
Curosità: Fermatevi a prendere un caffè a Carmagnola e scoprirete che non è solo un paese accogliente famosa per il Peperone di Carmagnola, prodotto IGP presidio Slow Food,  ma offre diversi spunti di storia e cultura come il Museo Tipografico Rondani e Museo civico navale (anche se il mare non c’è!)
Entriamo in “Provincia Granda”, come è detta la Provincia di Cuneo.
Se mi avete seguito, probabilmente è quasi ora di pranzo e sarete nella zona di Alba, cuore della Langa. Non avrete che l’imbarazzo per la scelta dei numerosi ristoranti e osterie dove farsi una buona mangiata tipica piemontese accompagnati dal ottimi vini DOC e DOCG.
A 10 km da Alba si arriva a Neive. Questo borgo medievale è situato nelle Langhe Occidentali, nella terra dei quattro vini – Barbaresco, Barbera, Moscato e Dolcetto.
La parte più antica del paese, fu edificata su di un poggio, mentre la più recente è conosciuta anche come Neive Borgonuovo e attraversato dal Torrente Tinella. Neive è inoltre inserita nel tra i Borghi più belli d’Italia.
  • 2° tappa Pollenzo

Pollenzo si trova a circa 5km da Bra, di cui è frazione ma di grande rilevanza storica tanto da essere inserita nelle Residenze Reali per la sua tenuta Reale e azienda agraria reale istituita da Carlo Alberto.  Il complesso continua la destinazione agricolae su iniziativa di Slow Food, è sede dell’Università di Scienze Gastronomiche, della Banca del Vino e dell’albergo dell’Agenzia. (www.agenziadipollenzo.com)

Bra merita una uno stop o di tornarci per le molte manifestazioni che regala dalla rassegna enogastronomica della Salsiccia di Bra a Cheese organizzate da Slow food ma anche semplicemente per ammirare il Barocco piemontese.

  • 3° tappa Racconigi

Il Castello e Parco di Racconigi meriterebbero un giornata tutta loro, luogo di villeggiatura la corte inserito anch’esso tra le Residenze Reali del Piemonte. Immersa nel verde è da vivere sia all’interno con una visita agli appartamenti reali di Borgo Castello che esternamente grazie al romantico parco che comprende le serre e oggi anche un’oasi naturalistica.

Tornando verso casa passiamo attraverso Pancalieri, la capitale della Menta Piperita!
Vi consiglio una visita a EssenzialMenta, per abbracciare la tradizione e le radici di un paesino di campagna dove si sa da oltre 100 anni che lo sciroppo di Menta è “bianca” (quella verde è commerciale!)
Spero di avervi fatto venir voglia di Piemonte, quello autentico ricco di piccoli gesti e grandi lavoratori.

Sei in cerca d’ispirazione?
Raccontami quale sarà il prossimo viaggio in moto e come stai organizzando!

Viaggiare in moto - Nuovi Turismi

Ricordo infine che esistono applicazioni per organizzarsi e tenere traccia dei propri percorsi in moto.

Ecco anche alcuni libri per pianificare l’itinerario!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...